AbruzzoOrtona

Tollo: intera famiglia intossicata dal monossido di carbonio

3 bambini coinvolti. Il padre in prognosi riservata a Jesi

TOLLO- Un’intera famiglia è rimasta intossicata dal monossido di carbonio sviluppatosi probabilmente da una caldaia. E’ successo, nella tarda mattinata di oggi, in località Piane Mozzone, una frazione del comune di Tollo. Sono cinque le persone che sono state ricoverate al pronto soccorso del policlinico Santissima Annunziata di Chieti per le prime cure del caso. Si tratta del marito, 40 anni, della moglie di 34 anni e dei loro tre figli di cui la più piccola ha un anno, mentre i due maschietti hanno 11 e 13 anni. Il capofamiglia con i tre bambini sono in prognosi riservata e sono stati trasferiti, nel corso della giornata, all’ospedale di Ravenna per il trattamento in camera iperbarica. I pazienti proseguiranno poi le cure all’ospedale “M. Bufalini” di Cesena,mentre per la donna la prognosi è di 5 giorni. Le cause dell’ intossicazione, da una prima ricostruzione, sembrano essere riconducibili al malfunzionamento della canna fumaria. In un primo momento si era pensato che la canna fumaria fosse intasata dal nido di un piccione. Non si escludono però altre ipotesi in quanto la caldaia dell’abitazione è risultata essere collocata esternamente all’abitazione. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri e i Vigili del fuoco che hanno lavorato tutta la giornata per eseguire i rilievi mirati a stabilire la reale dinamica dei fatti.

Daniela Cesarii

Tags
Mostra di più

Articoli Correlati