AbruzzoCronaca

A Miglianico i Carabinieri scovano l’ennessimo furbetto del reddito di cittadinanza

MIGLIANICO- Denunciato un falso beneficiario del reddito di cittadinanza. L’operazione, condotta dai Carabinieri della stazione di Miglianico, ha portato alla denuncia, in stato di libertà alla procura della Repubblica di Chieti, di A.D.U., 65 anni, già noto alle forze dell’ordine, per indebita percezione del reddito di cittadinanza e dei buoni alimentari Covid messi a disposizione per le persone più indigenti dal comune di Miglianico. Attraverso i riscontri sui dati contenuti nelle domande presentate all’INPS dai percettori del reddito, che sono stati svolti in collaborazione con il nucleo ispettorato del lavoro carabinieri di Chieti, si è scoperto che A.D.U. aveva compilato la domanda indicando la residenza diversa da quella attuale e aveva omesso di dichiarare che era stato condannato alla pena dell’interdizione dai pubblici uffici che avrebbe fatto decadere il diritto alla concessione del reddito. Con gli stessi dati, alcuni falsi altri omessi, perché l’uomo pur mantenendo la residenza a Miglianico di fatto abita a Filetto, A.D.U. aveva anche ottenuto dal comune di Miglianico circa 100 euro di buoni alimentari. In cinque mesi di percezione del reddito di cittadinanza l’uomo ha sottratto alle casse dell’erario ben 2 mila e 500 euro che dovrà restituire. I carabinieri di Miglianico hanno, inoltre, inviato la segnalazione alla direzione provinciale dell’Inps di Chieti che provvederà alla sospensione dell’erogazione del reddito.
Daniela Cesarii
Tags
Mostra di più

Articoli Correlati