AbruzzoAmbiente

Collaborazione fra Provincia comuni e protezione civile per  la via verde dei trabocchi. Al via le multe

Iniziata la fase di resinatura. I tecnici: "ciclisti e pedoni hanno calpestato la vernice fresca lasciando impronte e tracce di pneumatici con un effetto permanente molto impattante."

 

La costruzione della Via Verde della Costa dei Trabocchi è in fase di piena attività dopo la sospensione di oltre due mesi per la pandemia Covid. In questi giorni è iniziata la fase di resinatura su alcuni tratti della ciclovia che saranno collaudati ed aperti ufficialmente all’utilizzo da parte dei cittadini.

“In relazione alla delicatezza di questa fase lavorativa abbiamo convocato un  incontro,  martedi 16 scorso, si legge nella nota stampa, con tutti i sindaci  dei Comuni su cui insiste la ciclovia insieme alle relative associazioni di protezione civile. Lo scopo della riunione è stato quello di poter effettuare la resinatura in sicurezza e preservando la ciclovia dal passaggio di cittadini e ciclisti nell’immediatezza dei lavori per tutelare la lavorazione da  danneggiamenti” .

In effetti è accaduto proprio questo che nonostante i cartelli e le segnalazioni ciclisti e pedoni hanno calpestato la vernice fresca lasciando impronte e tracce di pneumatici con un effetto permanente molto impattante.

Alla riunione erano presenti il sindaco di Fossacesia Enrico Di Giuseppantonio, il sindaco di Torino di Sangro Nino Di Fonso e di Casalbordino dr Filippo Marinucci e rappresentanti di tutti gli altri comuni con relativi gruppi di Protezione Civile ovvero, Vasto, Ortona, Rocca S. Giovanni, S. Vito.

I Comuni hanno dato la pronta disponibilità ad inviare sui tratti da resinare la Polizia Municipale, la protezione civile per affiancare i movieri della ditta contrattualizzata per la resinatura e i dipendenti dell’ATI con capogruppo Cogepri e quindi permettere alla Polizia Provinciale i necessari controlli per impedire l’accesso sul tratto resinato per le sei ore successive affinché non si danneggi la vernice.

La Provincia emetterà verbali e sanzioni ai trasgressori confidando nel senso di responsabilità e civico di cittadini nel rispettare i lavori di un’opera strategica e di eccezionale valore turistico che farà decollare l’economia dei territori.

La provincia ringrazia i  sindaci e la protezione civile per la sensibilità e disponibilità dimostrate per collaborare con la Provincia e tutelare un ‘attività delicata che, se ben effettuata, ci permetterà di avere fra poche settimane aperti alcuni tratti della ciclovia. In particolare i tratti da lago Dragoni a Casalbordino, da Villa Vignola a Vasto e da Torino di Sangro a S. Vito ovviamente interrotti dalle gallerie che saranno per il momento chiuse per le manutenzioni straordinarie che inizieranno a breve.

Si confida nel senso civico dei cittadini per un regolare svolgimento dei lavori.

Mostra di più

Articoli Correlati