AbruzzoCultura e SpettacoliL'Aquila

AQ, Pinewood: da Willie Peyote a Fulminacci, da Frah Quintale a Gazzelle. Tutto pronto per le prossime serate.

 

E partito ieri il Pinewood Festival a L’Aquila. Si tratta di una manifestazione musicale, rivolta in particolare ai ragazzi, che prende vita da un’idea giovane e ambiziosa, con lo scopo di sostenere la rinascita del tessuto socio-culturale della città di L’Aquila in seguito al sisma del 2009, divenendo presto uno degli eventi di riferimento nazionale per tutti gli appassionati della nuova scena musicale italiana.

Non solo personalità di caratura nazionale, ma anche giovani aquilani che sognano di sfondare nel mondo della musica: ogni sera del Pinewood si esibiranno, infatti, anche artisti e band nate in città.

Dopo lo stop lo scorso anno, causa Covid, il Pinewood torna, dunque, a scandire le serate aquilane fino al 12 settembre presso l’area del parco dell’ex Reiss Romoli, in località Coppito.

Cinque giorni all’insegna della musica e della socialità che tanto ci è mancata, rispettando pur sempre tutte le norme in materia di prevenzione dal contagio.

Ieri dovevano salire sul palco Francesca Michielin, Margherita Vicario, Hu e Lingue.

Mentre la prima aveva già annunciato la sua assenza a causa di un contagio all’interno del suo staff, gli altri erano pronti ad emozionare il pubblico ma, purtroppo, il meteo ha avuto la meglio, costringendo gli organizzatori ad annullare la serata.

Pioggia permettendo, è tutto pronto per gli altri appuntamenti.

Questa sera è il turno di Fulminacci, Ariete, ESSEHO, i Sirente e Lozzy.

Tanta attesa anche per gli artisti che si esibiranno il 10 settembre. Sono Willie Peyote, BNKR44, Masamasa, il Lithium Quartet e Stillpani.

Ad animare la serata dell’11 saranno Frah Quintale, Tutti Fenomeni, See Maw, Muffa e Inèpi.

Si chiude in bellezza, il 12, con Gazzelle, Aiello, Vipra, Itsgiuz e L’Ode.

Tante serate che regaleranno emozioni e divertimento a L’Aquila che rinasce.

Beatrice Tomassi

 

Articoli Correlati