AbruzzoCronacaLanciano

Due fermi per la rissa familiare, a cui hanno preso parte 17 persone, di venerdì scorso.

Nel frattempo il quartiere Santa Rita, teatro dello scontro, rimane sorvegliato speciale

Erano in regime di sorveglianza, non potevano cioè circolare liberamente ma, nonostante questo, erano partecipi della mega rissa familiare scoppiata all’interno di un gruppo Rom, tutti parenti,  venerdì scorso.

Se le sono date di santa ragione, ferite  e contusioni curate al Renzetti di Lanciano presidiato e una città che è ancora incredula di fronte a tanta violenza.

Sono T.G. 40 anni e S.D.R, che di anni ne ha 42, entrambi sono soggetti noti alle forze dell’ordine.

Nel frattempo il quartiere Santa Rita si trova a vivere una situazione di continuo timore che la scintilla possa riaccendersi da un momento all’altro. Giorno e notte girano per il quartiere Polizia e Carabinieri e se da un lato la loro presenza rende gli abitanti più sicuri dall’altro crea un clima di incertezza e sospetto continuo

Mostra di più

Articoli Correlati