AbruzzoCronacaPolitica

Il presidente Marsilio in visita ad Ortona e Villa Caldari

Insieme al presidente anche l'assessore Febbo.

ORTONA- La Regione punta sul potenziamento del bacino ortonese con un intervento da 40 milioni e 500 mila euro, disponibili nell’ambito del Masterplan Abruzzo, con cui si andrà a prolungare il molo sud e ad attuare la resecazione del tratto terminale del vecchio molo nord.
La presentazione dell’intervento è avvenuta, ieri mattina, in municipio, alla presenza, del presidente della giunta regionale, Marco Marsilio, dell’assessore alle attività produttive, Mauro Febbo, e del sindaco di Ortona, Leo Castiglione, oltre ai tecnici dell’impresa aggiudicataria dell’appalto ovvero la Modimar. «Si tratta di fondi che, per troppo tempo, sono rimasti  incagliati- ha dichiarato il presidente Marsilio – e che abbiamo riattivato mettendo la stazione appaltante, l’ARAP, nelle condizioni di progettare non avendo, in partenza, le risorse necessarie per poterlo fare. Abbiamo cambiato il cda e poi abbiamo modificato la convenzione per consentire a questa agenzia di anticipare i fondi per la progettazione. Il risultato lo vediamo oggi visto che, finalmente, abbiamo un cronoprogramma preciso, delle risorse definite che si integrano con quelle comunali destinate al dragaggio e da poco sbloccate». La buona notizia per i lavori di dragaggio l’ha data, infatti, il sindaco Castiglione: «Entro fine mese sarà presentato il progetto esecutivo dei lavori di escavazione comprensivo delle nuove caratterizzazioni delle sabbie. A breve quindi verranno sbloccati anche questi lavori».
Questo il cronoprogramma del progetto da 40 milioni che prevede la stipula del contratto con l’azienda aggiudicataria dell’appalto, la Modimar, entro il 15 luglio, l’esecuzione di rilievi e studi entro il 30 settembre, l’elaborazione del progetto definitivo finalizzato alla Valutazione di impatto ambientale entro il 31 ottobre, la procedura di VIA entro il 31 luglio 2021, la gara d’appalto e l’aggiudicazione entro il 31 dicembre 2021 e, infine, l’esecuzione dei lavori ed il collaudo entro il 31 dicembre 2024. «Questi lavori- spiega l’assessore Febbo- assicureranno l’accesso e l’ormeggio ad imbarcazioni, non solo più grandi rispetto a quelle che attualmente possono attraccare al porto, ma che saranno adibite anche a nuove categorie di traffici marittimi, quali in particolare quelle afferenti alle linee crocieristiche. Il porto di Ortona deve uscire dal suo isolamento logistico – commerciale e puntare a essere un moderno scalo marittimo di riferimento per il centro Adriatico a tutto vantaggio del sistema socio-economico della città e delle attività industriali, logistiche e turistiche dell’ Abruzzo. Abbiamo finalmente ottenuto l’approvazione della ZES e vogliamo farne davvero uno strumento capace di attrarre investimenti e occupazione. Questi interventi, sommati al completamento della bretella di collegamento con il casello autostradale, vanno nella giusta direzione». Al termine della conferenza stampa, Marsilio ha visitato Villa Caldari, zona rossa per 26 giorni, facendo tappa al Bar Mascitti riaperto da poco, il cui proprietario, Maurizio Mascitti, è stato il primo caso accertato di Covid 19 scoperto con un tampone post mortem. Altre tappe sono state due aziende produttive segnate dall pandemia ovvero la ditta Mario Paolucci e la Essedielle di Mario de Luca. «I cittadini di Villa Caldari – ha detto Marsilio – hanno dovuto fronteggiare un’autentica tragedia, una situazione che anche per noi è stata difficile affrontare perché sentivamo il peso della sofferenza umana presente in questo territorio. Siamo stati costretti a prendere decisioni tutt’altro che facili come quella di istituire una zona rossa che ha prodotto isolamento sia sul piano economico che sociale ma che si è rivelata indispensabile per salvare vite umane e contenere il contagio. Sono felice di aver visto una comunità molto vivace e attiva, a cominciare dai familiari della prima vittima, persone straordinarie capaci di ripartire con lo spirito giusto».
Daniela Cesarii
Tags
Mostra di più

Articoli Correlati