AbruzzoCronacaLanciano

Lanciano piange Antonio Pasquini. Un duro dal cuore d’oro che tutti amavano

Un brutto male lo ha strappato alla vita a soli 39 anni.

Ruvido, diretto. Orgogliosamente “tosto” come la pietra della Maiella eppure capace di immensa bontà e sensibilità. Un brutto male lo ha strappato alla vita a soli 39 anni e ha lasciata la sua famiglia e la sua amatissima fidanzata Maria Pia nello sconforto più totale.

Antonio Pasquini si è spento questa mattina all’ospedale Renzetti di Lanciano. Aveva trascorso l’ultimo mese ricoverato a Chieti cercando di capire cosa stesse accadendo al suo fisico grande grosso, una roccia che poi si è rivelata fragile e che alla fine lo ha portato via da questo mondo che lui amava e rispettava con tutta la foga di cui era capace.

Atleta della Tenzone medievale con il suo quartiere “Sacca” stava pensando a come aggiudicarsi il  Mastrogiurato d’oro. L’orgoglio per le sue origini, per le tradizioni abruzzesi, l’amore per la cucina e la passione smisurata per gli animali lo facevano un ragazzo speciale. Il suo aspetto traeva in inganno, le sue magliette improbabili e le catene al taschino non passavano inosservate eppure dietro quest’aria da duro si nascondeva un animo speciale, raro e insostituibile.

Ciao Antonio …

Mostra di più

Articoli Correlati