AbruzzoPoliticaSport

Giro d’Italia in Abruzzo. L’assessore al Turismo Febbo: ‘Opportunità per far conoscere la nostra regione’

L'edizione numero 103 verrà presentata il 24 ottobre

La tappa abruzzese del Giro d’Italia 2020 San Salvo – Tortoreto è un’opportunità di promozione turistica, si tratta infatti di una vetrina unica per far conoscere ancora di più le nostre bellezze. Per questo, ritengo fuori luogo le polemiche sulle indiscrezioni e sulle anticipazioni sulla scelta del tracciato”. Questo il commento dell’assessore regionale al Turismo Mauro Febbo che sottolinea: “Da mesi sia il sottoscritto, sia il collega Guido Liris ci siamo attivati, unitamente al prezioso contributo  fattivo ed indispensabile di Maurizio Formichetti, al fine di portare ancora una volta in Abruzzo una tappa del percorso della prossima corsa rosa. Infatti, il 12 luglio scorso in una specifica missiva abbiamo, che si allega, è stato comunicato ai sindaci di San Salvo e di Tortoreto (vedi foto) che le loro città sono state scelte rispettivamente come sede di partenza e di arrivo di una tappa del Giro d’Italia 2020. Ovviamente – sottolinea Febbo – tutto il Giro, come la pianificazione della tappa abruzzese, è completamente a carico della macchina organizzativa della corsa rosa che verrà presentata ufficialmente giovedì 24 ottobre dal direttore del Giro Mauro Vegni. Tutti sappiamo come la corsa rosa da sempre rappresenti un momento di festa dello sport e quindi un’opportunità turistica  da cogliere per far conoscere i luoghi della nostra Regione. Attraverso la tappa abruzzese infatti, avremo la possibilità di promuovere i luoghi meravigliosi ma la scelta è di natura tecnica sportiva per cui è doverosamente a carico della organizzazione. La tappa abruzzese del Giro 2020  – conclude Febbo –  verrà annunciata ufficialmente il 24, ma stiamo lavorando per i prossimi appuntamenti dove potremo mettere in campo altre peculiarità”.

Tags
Mostra di più

Articoli Correlati