AbruzzoCronacaLanciano

Lanciano. La Scuola civica di Musica si rilancia: ‘Risolti i problemi. Abbiamo tanti progetti da realizzare’

Riprese le regolari attività didattiche con tante idee nel cassetto

LANCIANO. E’ una delle 60 scuole di musica comunali in tutta Italia e nonostante qualche problema, che ha richiesto del tempo per essere risolto, è pronta ad iniziare il nuovo anno scolastico. La scuola civica di musica ‘Fedele Fenaroli’ di Lanciano, attraverso il presidente Alberto Paone, spiega la situazione per porre fine alle polemiche dei mesi scorsi quando ci furono alcuni docenti che lamentavano il mancato pagamento dal mese di marzo: “L’annata appena trascorsa è stata difficile – esordisce Paone in conferenza stampa – perché  c’è stata necessità di rivisitare profondamente l’assetto contabile e amministrativo della scuola per metterla in linea con i recenti dettati normativi. E’ stato necessario – prosegue Alberto Paone – che il Comune di Lanciano gestisse l’istituzione come ente autonomo, dotando la struttura di un codice univoco, della firma digitale, di un software di gestione contabile, di collegamento al MEF (ministero dell’economia e finanze), alla Banca d’Italia ed alla banca che gestisce la tesoreria, adeguando i dati di bilancio agli schemi previsti per gli enti pubblici”. Un lavoro, quindi, duro e difficoltoso che ha richiesto molto tempo: “Solo alla fine di questo difficoltoso adeguamento – prosegue Paone – è stato possibile provvedere al pagamento degli emolumenti maturati dai docenti dal marzo 2019. Di questo devo ringraziare Caterina Ciarelli, designata consulente ad hoc a seguito di bando comunale, e Davide Di Pilato”.   “Abbiamo evitato l’esternalizzazione – afferma Marusca Miscia, assessore alla Culturaora questa scuola, a cui teniamo molto, può proseguire la sua attività con la professionalità, qualità e serenità di sempre”.

Risolte le problematiche, Alberto Paone ha già in cantiere diversi progetti: “Stiamo pensando di ampliare i nostri rapporti con la città, essere più vicini ai cittadini anche per farci conoscere meglio. Vorremmo, per fare qualche esempio, contattare il Fai (Fondo ambiente italiano) per organizare dei concerti itineranti, aumentare i rapporti con l’Estate Musicale Frentana e realizzare una Fiera della Musica in collaborazione con Lancianofiera. Senza tralasciare le sinergie con le tante associazioni che rendono viva Lanciano”. “Siamo felici – aggiunge il sindaco Mario Pupillodi questa soluzione positiva. Questo è un servizio di eccellenza che viene fornito al territorio a cui noi crediamo fortemente”. Le attività della scuola civica di Musica ‘Fedele Fenaroli’ sono riprese al mese di ottobre che è anche mese promozionale, visto che nell’iscrizione il mese corrente non si paga. Lo scorso anno furono 120 gli iscritti: “Puntiamo ad aumentare – conclude Paone – e sono sicuro che ci riusciremo”.

I corsi, che saranno attivi da lunedì 14 ed a cui potrebbero aggiungersene altri, sono: Pianoforte – Stefania Appignanesi, Patricia De Mol, Donatello Gammaraccio, Giuseppe Luciani, Giuseppe Rullo, Chitarra: Stefano Barbati, Violino: Andrea Di Mele, Marco Pellicciotta, Violoncello: Simona Abrugiato, Basso: Claudio Marzolo; Batteria: Alberto Biondi, Giuseppe Rullo, Maurizio Trevisan, Canto: Mariella Flamminio, Manuela Francia, Sax: Fabio Della Cuna, Trombone: Andrea Morone, Solfeggio: Matteo Cicchitti, Donatello Gammaraccio e Claudio Marzolo. La musica d’insieme classica, nello scorso anno, è stata curata dal maestro Andrea Di Mele, quella Moderna dai maestri Stefano Barbati e Fabio Della Cuna.

Tags
Mostra di più

Articoli Correlati