AbruzzoCronacaCultura e SpettacoliLanciano

Feste di settembre: “offro birra ad 1 euro, meglio un regalo ai lancianesi che al comitato feste”

Secondo Patrizia Spadano, del locale Blanco, il comitato feste di settembre danneggia gli esercenti lancianesi che pagano tasse tutto l'anno favorendo chi viene da fuori e contribuisce più "cospicuamente"

“Sono delusa ed amareggiata, mi hanno lasciato lo spazio per quattro tavolini e mi hanno circondata di stands di locali di fuori Lanciano”.

Non ha mezzi termini Patrizia Spadano, la titolare del Blanco di Lanciano in piazza dell’Arciprete.

Da me non è passato nessuno per la classica questua,  dice, so solo che sono arrivate disposizioni stringenti su cosa avrei potuto impiegare fuori dal mio locale. Pochi tavolini, forse 4, che non lasciano spazio alla musica che ho per questo deciso di mettere sul tetto, una sorta di terrazzo, della mia attività.

Patrizia Spadano

Inoltre l’intera zona, il piazzale atistante la vecchia stazione della ferrovia Sngritana sarà, facendosi beffa di chi paga le tasse tutto l’anno, a totale appannaggio di chioschetti improvvisati di birrai che arrivano da fuori Lanciano solo per le feste e che danno però, suppongo, continua la Spadano, cospicue somme di denaro al comitato feste di settembre.

Un fiume in piena Patrizia che racconta come il chiosco dei panini all’ingresso dell’ippodromo anche quest’anno sarà costretto a chiudere alle 22. La cosa brutta, dice, non è tanto che debba chiudere ma che il comitato abbia previsto spillatrici di birra all’interno della pista di persone che vengono da fuori provincia che devono di certo lavorare ma non danneggiare chi a Lanciano ci lavora sempre.

“Per protesta sto decidendo se regalare o far pagare un euro la birra. Meglio regalare la birra ai lancianesi che dare i soldi al comitato”.

Mostra di più

Articoli Correlati