AbruzzoCronacaLancianoPolitica

Lanciano. Nuova sede per il centro anziani ma il centrodestra insorge

Duro attacco del centrodestra al sindaco Mario Pupillo

LANCIANO. Lo spostamento del centro anziani di via dell’Asilo a Lanciano per fare posto ad altre aule della scuola dell’infanzia Maria Vittoria ha infiammato la politica locale, con il centrodestra che insorge contro l’amministrazione guidata dal sindaco Mario Pupillo. Il centro anziani, gestito dall’associazione Agape, in ogni caso non chiuderà: le attività sono temporaneamente sospese in attesa di trasferire mobili e tutto il resto nella nuova sede di Palazzo 900 a ridosso del centro cittadino. In attesa della nuova sede, il centro sarà ‘ospite’ al parco delle Arti Musicali alle Torri Montanare.

Il centrodestra unito di Lanciano ed i movimenti civici non risparmiano forti critiche a quanto accaduto: “Siamo basiti e riteniamo inaccettabili le modalità con le quali il Comune ha smantellato i locali del Centro anziani”  – scrivono in una nota congiunta l’assessore regionale Nicola Campitelli (Lega), Antonio Tavani (segretario regionale di Fratelli d’Italia), i consiglieri comunali di minoranza Tonia Paolucci (Libertà in Azione), Paolo Bomba (Nuova Lanciano), Errico D’Amico (Udc), Gabriele Di Bucchianico (Lanciano al Centro), Graziella Di Campli (Forza Italia). Con loro anche Fausto Memmo, coordinatore della Lega a Lanciano, Danilo Montinaro, coordinatore cittadino di Forza Italia ed Antonello Di Campli Finore, coordinatore di ALI.

“Gli addetti ai lavori avrebbero – prosegue la nota – dovuto essere avvisati con congruo anticipo e non con un incontro informale. La garanzia della continuità del servizio per questa tipologia di utenza è cruciale e non può essere destinataria di sedi temporanee e di tempi indefiniti”. “Il sindaco Pupillo – sostengono gli esponenti di centrodestra e liste civiche – afferma di aver informato gli anziani con un incontro avvenuto il 21 agosto. Il servizio di accoglienza è stato sospeso fino al 18 settembre ma, in attesa di una nuova destinazione definitiva, la sede del centro sarà allestita nei locali del Parco delle arti musicali delle Torri MontanareUna scelta illogica ed inidonea ad ospitare persone con difficoltà di deambulazione. Sarebbe stato opportuno ospitarli nei locali vuoti e pienamente fruibili dell’ex scuola materna di Olmo di Riccio. Un’amministrazione che non perde occasione di proclamarsi trasparente ed efficiente non può permettere ed avallare un vero e proprio sfratto, senza una preventiva comunicazione ufficiale di inizio lavori ed un preliminare dialogo con l’associazione che ne cura le attività e la gestione”.

Infine un attacco unanime nei confronti del governo cittadino targato Pupillo: “Questa vicenda mette in risalto ancora una volta, purtroppo, la totale incapacità di programmazione e di amministrazione della giunta Pupillo che vive solo di contingenze. Le esigenze della scuola materna Maria Vittoria, difatti, erano note da tempo ma, nonostante tutto, la convenzione per la gestione del centro anziani nei locali dello stesso istituto è stata rinnovata appena lo scorso 28 febbraio e fino alla fine dell’anno”.

 

 

 

 

 

Tags
Mostra di più

Articoli Correlati