AbruzzoCronacaLancianoPolitica

Lanciano. Mercato spostato, l’opposizione protesta

Nuova Lanciano: 'Amministrazione sorda e arrogante'

LANCIANO. La soluzione temporanea di spostare i mercati ortofrutticoli del mercoledì e del sabato nell’area parcheggio di via per Frisa a Lanciano (Leggi qui l’articolo) non piace al gruppo consigliare di minoranza ‘Nuova Lanciano’. I due esponenti, Paolo Bomba ed Angelo Palmieri, hanno così commentato; “E’ con disagio e grande disappunto che ci troviamo a testimoniare l’ennesima decisione unilaterale e contro ogni logica di buon senso intrapresa dall’amministrazione Pupillo. Questa volta a farne le spese sono i venditori ambulanti del mercato coperto. Invece che gestire al meglio l’emergenza derivante da una struttura inagibile a seguito del sequestro preventivo e chiusura dei locali decisi dall’autorità giudiziaria, il sindaco Mario Pupillo e l’assessore al commercio e all’agricoltura Francesca Caporale, sordi a tutte le istanze dei commercianti, decidono di percorrere la soluzione meno idonea e meno utile alla causa dei principali fruitori del mercato coperto, ambulanti e cittadini”.

Una decisione – proseguono Bomba e Palmieri – talmente scellerata e frettolosa che questa mattina non è stata emanata nemmeno l’ordinanza di sgombero e di divieto di sosta e transito delle auto per una parte del parcheggio di via Per Frisa, luogo scelto per destinare temporaneamente il mercato ortofrutticolo. Eppure la maggioranza degli ambulanti, nel corso dell’incontro avuto con gli amministratori, era stata chiara: via Per Frisa non sarebbe stata la migliore destinazione delle bancarelle. Questo per un motivo semplice, elementare anche per chi vanta di cercare e rispettare l’ascolto e il confronto con i cittadini: la clientela degli ambulanti di piazza Garibaldi è abituata a quel luogo, a quella piazza. Non tutti sono venuti a conoscenza del temporaneo cambiamento e le bancarelle sono poco visibili in un luogo invece destinato a parcheggio.  Gli ambulanti, rimasti inascoltati, avevano invece prospettato una soluzione più semplice e percorribile: esporre la propria merce nello spazio antistante il mercato: sarebbe bastato del naturale buonsenso, attraverso la semplice chiusura al traffico di parte della strada a servizio della struttura e tramite l’attivazione delle altre procedure amministrative volte ad autorizzare la vendita, il tutto per venire incontro alle esigenze di tutti, cittadini e ambulanti. Del resto si tratta di un numero esiguo di espositori e la soluzione non avrebbe arrecato alcun disagio alla fruizione di piazza Garibaldi”.

Purtroppo Nuova Lanciano – conclude la nota – ancora una volta si trova a constatare l’atteggiamento sprezzante e arrogante di questa amministrazione che paventa e sbandiera un confronto solo apparente e che dimostra ad ogni occasione di non sapersi calare nemmeno nelle più elementari esigenze dei suoi cittadini”.

 

Tags
Mostra di più

Articoli Correlati