Cultura e SpettacoliLanciano

Lanciano: generazioni a confronto in uno spettacolo teatrale della rassegna nazionale dialettale

'Quess è lu tempe de mo' andrà in scena al teatro Fenaroli domenica

LANCIANO. Andrà in scena domenica 10 febbraio, alle ore 17 al teatro Fedele Fenaroli di Lanciano, la commedia dialettale “Queste è lu tempe de mo’” diretta da Carmine Marino, con l’occasione si festeggeranno anche i 35 anni dell’associazione culturale ‘Il Ponte’. Proprio per celebrare i 35 anni di vita, l’associazione Culturale “Il Ponte” ripropone, in una nuova veste e versione, la commedia dialettale con la quale si è affacciata al mondo del teatro. Lo spettacolo, replicato molte volte visto il successo ottenuto, coinvolge il pubblico per la sua genuina comicità, per le situazioni esilaranti e, soprattutto, per lo stratagemma finale che il nonno, su consiglio del compare, metterà in atto per capire se i suoi familiari gli vogliono veramente bene o no. A questa sana comicità si affianca, però, anche la riflessione sulla modernità ed i valori importanti della nostra vita.

La trama: Due nonni, che hanno cresciuto la propria nipote rimasta orfana di entrambi i genitori, si trovano a dover gestire il fidanzamento ed il matrimonio di quest’ultima e, come prevedibile, i contrasti e le liti sono all’ordine del giorno, vista la mentalità “de na vote” dei nonni e la “modernità” della nipote e del suo giovane spasimante. Ad ingarbugliare ancora di più la situazione contribuiscono due compari pettegoli e ficcanaso, mentre il parroco del paese cerca, in ogni modo, di mettere pace in famiglia.

 

 

 

Tags
Mostra di più

Articoli Correlati