Politica

Niente piazza per Salvini e la cosa non gli è affatto piaciuta. L’incontro si terrà all’ex Maestoso

Dal comune: "nessuna richiesta arrivata". Fonti interne alla Lega, "lo porteremo sul corso con il megafono"

L’atteso quanto improvviso arrivo del Ministro degli interni Matteo Salvini domani pomeriggio a Lanciano fa scoppiare il caso “piazza si piazza no”.

Il comune, secondo alcuni non avrebbe dato la disponibilità all’uso di piazza del Plebiscito. “Non hanno risposto al telefono, non hanno detto di no, dicono fonti interne alla Lega di Lanciano, ma si sono messi in condizioni di non incontrarci.  Quando si è raggiunti telefonicamente l’assessore Francesca Caporale era ormai tardi per inoltrare le domanda. 

Salvini a Lanciano, alla casa di conversazione, nel 2016

ll Sindaco e l’Amministrazione comunale tutta, fanno sapere da palazzo di città in una nota informale,  hanno appreso della notizia dalla stampa, come tutti, alle ore 14 di ieri. Nessuna richiesta formale, nessun atto utile ad attivare i procedimenti amministrativi del caso di competenza del Dirigente – e non già del Sindaco come ordinanze di divieti di sosta, modifiche alla viabilità ecc – risultano essere arrivati in Comune. Per le ordinanze di divieto di sosta, ad esempio, la legge impone che i segnali di divieto siano installati 48h prima dell’evento. Da ultimo, è necessario specificare che al Sindaco non compete la funzione di “concedere” piazze o spazi pubblici, specie in periodo elettorale: è sufficiente infatti seguire le normative vigenti per comunicare lo svolgimento della manifestazione agli uffici competenti qualora si intendesse attivare i servizi dell’ufficio del settore urbanistica come divieti di sosta ecc, come accaduto nel caso del comizio in piazza Plebiscito del capo politico del Movimento a 5 Stelle il 15 dicembre scorso e il 24 marzo 2016 in occasione del comizio dello stesso capo politico della Lega in piazza Plebiscito.

Il vice Premier e il suo entourage richiedono sempre la possibilità di avere a disposizione due luoghi, uno aperto e uno chiuso. L’opzione dell’ex cinema maestoso del quartiere Santa Rita era già sulla carta, dicono gli organizzatori.

Fonti vicine al comune respingono con forza le accuse: ” in questo momento a tre settimane dal voto negare la piazza al Ministro degli Interni sarebbe stato tirarsi la zappa sui piedi da soli..”

L’appuntamento sarà quindi alle 18 al cinema, ora Ciak City, ” se il tempo lo permetterà porteremo Matteo sul corso con il megafono” dicono i leghisti del resto avremmo dovuto riservargli una accoglienza diversa visto che già dal mese di settembre, dopo la bruttissima vicenda della rapina ai coniugi Martelli, aveva detto che appena possibile sarebbe tornato a Lanciano.

Tags
Mostra di più

Articoli Correlati