Cronaca

Sfera Ebbasta indagato a Pescara per istigazione all’uso di droghe

Nei uoi testi solo oscenità e incitamneto all'uso di droghe, questo è quanto sostengono due senatori di Forza Italia, Lucio Malan e Massimo Mallegni

Gionata Boschetti  il ‘trap boy’, in arte Sfera Ebbasta, “risulta indagato dalla Procura di Pescara per istigazione all’uso di sostanze stupefacenti. Il fascicolo a suo carico è stato aperto presso la Procura di Pescara a seguito dell’esposto presentato da due senatori di Forza Italia, Lucio Malan e Massimo Mallegni” che hanno individuato come destinatario in quanto il capoluogo adriatico è stato tappa del tour del cantante.  La notizia che rimbalza da alcune ore sui giornali e sui sociali media è stata data da  ‘il Centro quotidiano dell’Abruzzo’.

Il 12 luglio scorso, in un suo concerto a Pescara, l’artista famosissimo fra i più giovani e di recente nell’occhio del ciclone dopo i fatti della discoteca di Corinaldo,  sempre secondo  ‘il Centro’, ha tenuto un concerto nell’ex Cofa a Pescara, nell’ambito del Terrasound Festival . E proprio per accertare queste circostanze la procura ha dato incarico di svolgere specifiche indagini alla polizia giudiziaria. I due senatori, riferisce ancora al quotidiano abruzzese, sostengono che, oltre a “frequenti oscenità”, i testi delle canzoni di Sfera Ebbasta “si riferiscono pressoché tutti all’uso di droghe e spesso al loro spaccio, senza ma accennare alle negatività di tali pratiche, anzi prospettando tale stile di vita come simbolo di successo”.

Tags
Mostra di più

Articoli Correlati