Cronaca

Donna caduta in acqua a San Vito, la capitaneria lancia un appello

la capitaneria cerca nuove informazioni per ricostruire la vicenda

SAN VITO CHIETINO. Restano critiche le condizioni della donna di Lanciano che ieri ha rischiato di annegare a San Vito Chietino. L’episodio è avvenuto in mattinata, verso le 8:30. Tempestivo il soccorso di un 73enne pescatore del posto che dopo aver visto la donna che annaspava in acqua, si è tuffato dal molo per soccorrerla. La donna si trovava a metà del molo, in prossimità del trabocco.

L’uomo è stato ascoltato questa mattina dalla Capitaneria di Porto di Ortona, che è intervenuta sul posto, per cercare di ricostruire la vicenda. Il 73enne ha dichiarato che, al momento del fatto, stava pescando dall’altra parte del molo, in direzione Ortona, quella opposta a dove la donna ha rischiato di annegare. L’uomo ha dichiarato di essere stato avvertito da una donna di cui poi si sono perse le tracce. La Capitaneria di Porto di Ortona, che sta cercando di ricostruire la dinamica dei fatti assieme ai carabinieri, ascoltata da Videocittà, ha colto l’occasione per fare un appello: per meglio ricostruire quanto accaduto, la donna di cui si sono perse le tracce, può mettersi in contatto con la Capitaneria di Porto di Ortona in modo da raccontare quanto ha visto. Resta quindi ancora tutta da chiarire la dinamica.

 

Tags
Mostra di più

Articoli Correlati